Vai all'indice degli argomenti »

Cornea

La cornea è la struttura che rende possibile alle immagini ed alla luce di entrare dall'esterno verso l'interno dell'occhio. Per svolgere la sua funzione, deve essere trasparente e mantenere il giusto grado di curvatura. Diverse malattie come infezioni, infezioni corneali ereditarie, cheratocono o traumi, possono modificare queste condizioni, provocando una vista difettosa che è impossibile da correggere con occhiali o lenti a contatto. Una delle più importanti malattie corneali è il cheratocono.

Ci sono tre tipi di intervento chirurgico per il trattamento di questa degenerazione corneale:  

  • Anelli intracorneali o intrastromali
  • Cross-linking
  • Trapianto di cornea

Anelli intracorneali o intrastromali

La comparsa degli anelli intracorneali o intrastromali ha significato una rivoluzione, perché rappresentano il passo prima del trapianto di una cornea che può essere ritardato o addirittura essere evitato nei pazienti giovani. L’impianto di segmenti circolari all’interno dello stroma corneale costituisce una soluzione chirurgica per la correzione della miopia di grado lieve e di alcune forme di cheratocono. Con questa tecnica il chirurgo esegue con un apparecchio appositamente designato o con il laser a femtosecondi due piccoli tunnel all’interno del tessuto corneale nella sua porzione medio-periferica. All’interno di questi tunnel vengono inseriti due segmenti di materiale plastico a forma di arco di sfera, che provocano un appiattimento della parte centrale della cornea con conseguente correzione del difetto miopico. L’intervento viene in genere eseguito in anestesia topica (con gocce di collirio) ed ha una durata di alcuni minuti. Gli anelli intrastromali hanno il vantaggio che possono essere rimossi o sostituiti se non funzionano correttamente o in caso di intolleranza.

Cross-linking

E' una nuova tecnica non invasiva che permette di bloccare l'avanzamento del Cheratocono ai primi stadi della malattia evitando il trapianto di cornea.  L'intervento è consigliato a Pazienti giovani con cheratocono evolutivo nei primi stadi di malattia con spessori corneali non inferiori a 400 micron.  L'intervento non ha lo scopo di far tornare a vedere senza occhiali o con un occhiale correttivo: lo scopo è quello di bloccare l'evoluzione della malattia ed, in alcuni casi, di consentire il porto di lenti a contatto a pazienti che non riuscivano più a portarle. In rari casi si è però osservato anche un miglioramento del quadro refrattivo rispetto alla situazione di partenza.

Trapianto di cornea 

Il trapianto di cornea puo' rendersi necessario per correggere l'occhio, per correggere un danno della cornea (assotigliamento o perforazione), per una malattia della cornea, per ragioni estetiche. Le Cliniche selezionate dal Portale del Turismo Medico sono risconosciute a livello mondiale per la loro professionalità e per la loro esperienza in questo tipo di interventi. Compilando il form verrete messi gratuitatmente in contatto con queste cliniche per una diagnosi personalizzata del vostro caso.

Cheratoplastica perforante

Il trapianto di cornea, detto anche cheratoplastica perforante, è un intervento di microchirurgia oculare che consiste nel sostituire a tutto spessore una porzione di cornea malata con una sana prelevata da un donatore. Un intervento similare è il trapianto superficiale, più o meno profondo, mediante il quale si sostituisce però solo lo strato anteriore (cheratoplastica lamellare). Attualmente è il tipo più comune di trapianto di tessuti, in America vengono effettuati 40.000 interventi all'anno con un successo del 90% dei casi. Questo grazie alle attuali tecniche operatorie, al controllo di qualità sulle cornee prelevate e alla peculiarità della cornea che essendo un tessuto avascolare e' meno soggetto ai fenomeni di rigetto rispetto ad altri organi trapiantabili.

Cheratoplastica lamellare

La cheratoplastica lamellare consiste nel trapianto della porzione superiore della cornea del donatore escludendo l'endotelio, la membrana di Descemet e la porzione profonda dello stroma. In questo modo viene sostituito solo il tessuto anteriore della cornea malata, lasciando in sito il segmento corneale posteriore. Il razionale della tecnica lamellare sta quindi nell'asportare la minor quantità di tessuto minimizzando i rischi ed ottenendo il massimo del beneficio possibile.

Il Portale del Turismo Medico ha scelto per voi alcune cliniche, fra le tante che sono state visitate, che rispettino standard qualitativi e professionali comprovati da certificazioni internazionali e dalle testimonianze dei numerosi pazienti provenienti da tutto il mondo. In queste cliniche troverete dottori con una certificata preparazione accademica e con anni di esperienza alle spalle nel settore della chirurgia estetica, questi dottori vi seguiranno personalmente dal momento in cui richiederete il vostro preventivo fino alla fine della vostra convalescenza. Un altro criterio importante nella nostra selezione è che tutte le cliniche siano frequentate da pazienti locali che, vivendo nella stessa città, scelgono quella clinica per la riconosciuta qualità dei trattamenti. 

Le cliniche selezionate accettano anche pagamenti in contanti.

I PAESI SELEZIONATI DAL PORTALE DEL TURISMO MEDICO PER QUESTO TRATTAMENTO SONO:

La Clinica che il Portale del Turismo Medico ha selezionato in Croazia ha una propria banca occchi. Il suo primario creo' nel 1995 la prima banca occhi della Croazia e nel 2002 divenne direttore del Centro di Riferimento del Ministero della Salute Croato per la raccolta, la custodia, la distribuzione ed il trapianto di cornee. Il collega, con il quale effettua trapianti, fu direttore del Lions Eye Bank, vicepresidente dell'Associazione Europea Banca Occhi (EEBA) dal 2007 al 2010 e dal 2010 ne è tuttora il presidente. Questa Clinica è in stretto contatto ed in ottimi rapporto con le Banche Occhi di tutto il mondo fra cui: International Sight Restoration Eye Bank in America e General University Hospital in Praga. Attraverso le sue preziose collaborazioni, questa Clinica assicura a qualunque paziente il miglior trapianto disponibile, con un'approfondita conta endoteliale (valutazione dello strato di cellule più profondo della cornea (endotelio corneale) che è uno dei più importanti criteri per un intervento di successo. La differenza di età fra donatore e ricevente non supera mai i 20 anni. 

Una delle cliniche selzionate per la Spagna è una delle poche cliniche in Spagna autorizzate dalla Comunità di Madrid ad effettuare interventi chirurgici di trapianto di cornea.

 

 

 

 

Discipline Mediche



Seguici su...