Vai all'indice degli argomenti »

Chirurgia dell'obesità o bariatrica

L'obesità è un importante problema di salute in tutto il mondo ed ha raggiunto una percentuale molto elevata nella società occidentale. Numerosi studi hanno evidenziato che l'obesità è un importante fattore di rischio per molte malattie talvolta mortali.

La chirurgia bariatrica è attualmente l'unica modalità che prevede una significativa perdita di peso duratura per il paziente patologicamente obeso, con conseguente miglioramento in comorbidità correlate all'obesità. Uno studio Svedese che ha coinvolto 4.047 pazienti obesi, la metà dei quali erano stati sottoposti a chirurgia bariatrica, ha evidenziato che rispetto ad una terapia tradizionale, alla chirurgia bariatrica è stato associato, in adulti obesi, un numero significativamente ridotto di decessi cardiovascolari ed una minore incidenza di eventi cardiovascolari.

L'unità di misura più ampiamente utilizzata per valutare l'obesità è l'indice di massa corporea (IMC). Un paziente con IMC compreso nell'intervallo 18,5-24,9 kg/m2 è considerato normale, un pazinete con IMC compreso fra 25 e 29,9 kg/m2 è considerato in sovrappeso. Un paziente con IMC di 30 kg/m2 o superiore è classificato come obeso: questa classificazione è ulteriormente suddivisa in classe I, II, III di obesità.

Considerando altri fattori come la massa muscolare totale o la circonferenza vita, oltre all'indice di massa corporea può essere altresi' importante. Un individuo estremamente muscoloso può avere infatti un elevato IMC senza essere considerato sovrappeso. La circonferenza della vita ha dimostrato essere un eccellente indice di massa grassa addominale. Una circonferenza superiore a 88 cm nelle donne o superiore a 102 cm negli uomini è strettamente correlato ad un aumento del rischio di malattie legate all'obesità.

L'obesità è una malattia cronica complessa e multifattoriale influenzata dall'interazione di diversi fattori genetici, endocrini, metabolici, ambientali (sociali e culturali), comportamentali e psicologici. Il meccanismo di base si verifica quando l'apporto energetico supera la produzione di energia.

L'obesità patologica è portatrice di molte altre malattie che colpiscono essenzialmente qualsiasi apparato del corpo umano.

  • Cardiovascolare (ipertensione, aterosclerosi, malattie vascolari periferiche con infarto del miocardio, incidenti vascolari cerebrali, insufficienza venosa periferica, tromboflebite, embolia polmonare)
  • Respiratorio (asma, apnea ostruttiva del sonno, sindrome dell'ipoventilazione dovuta ad obesità)
  • Metabolico (diabete di tipo 2, ridotta tolleranza al glucosio, iperlipidemia)
  • Muscoloscheletrico (discopatia, artrosi alle anche, ginocchia, caviglie e piedi)
  • Gastrointestinale (colelitiasi, malattia da reflusso gastroesofageo, steatoepatite non alcolica, cirrosi epatica, carcinoma epatico, carcinoma del colon-retto)
  • Urologico (incontinenza da stress)
  • Endocrino e riproduttivo (sindrome dell'ovaio policistico, aumento del rischio di gravidanza anomala, ipogonadismo maschile)
  • Cancro dell'endometrio, della mammella, delle ovaie, prostata e pancreas
  • Dermatologico (dermatite intertriginosa)
  • Neurologico (pseudotumor cerebri, sindrome del tunnel carpale)
  • Psicologico (depressione, disturbi alimentari, disturbi dovuti all'immagine corporea)

La chirurgia per l'obesità dovrebbe essere comunque presa in considerazione come un trattamento di ultima istanza solamente dopo che una dieta, l'esercizio fisico, la psicoterapia e trattamenti farmacologici, non hanno portato ai risultati attesi.

Gli interventi di chirurgia bariatrica hanno come scopo di far sentire il paziente sazio avendo ingerito solo una piccola quantità di cibo. Fra questi interventi ricordiamo:

Bendaggio gastrico: è un intervento restrittivo caratterizzato dal posizionamento di un anello di silicone attorno alla parte superiore stomaco, in prossimità dell'esofago

Pallone intragastrico: è un dispositivo in silicone, di forma sferica, posizionato per via endoscopica nel lume gastrico

Plicatura gastrica: viene creata una restrizione gastrica confezionando un tubulo gastrico, suturando e ripiegando su se stessa la grande curvatura gastrica, sino ad ottenere una riduzione dell'80% del volume gastrico iniziale. Questo nuovo tipo di intervento è meno rischioso e prevede la completa reversibilità

Gastrectomia verticale parziale: è l'intervento che ha sostituito il By-Pass gastrico perchè ugualmente efficacie e meno invasivo. Consiste nella restrizione dello stomaco tramite una resezione ed ha come scopo di portare il paziente ad un'immediata sazietà riducendo le quantità di cibo ingerite in maniera significativa.

LEGGI LE RECENSIONI DEI NOSTRI PAZIENTI

La Clinica selezionata dal Portale del Turismo Medico per la cura dell'obesità offre diverse modalità di intervento garantendo qualità e professionalità con un notevole risparmio rispetto all'Italia. Il Portale del Turismo Medico ha scelto per voi alcune cliniche, fra le tante che sono state visitate, che rispettino standard qualitativi e professionali comprovati da certificazioni internazionali e dalle testimonianze dei numerosi pazienti provenienti da tutto il mondo. In queste cliniche troverete dottori con una certificata preparazione accademica e con anni di esperienza alle spalle nel settore della chirurgia estetica, questi dottori vi seguiranno personalmente dal momento in cui richiederete il vostro preventivo fino alla fine della vostra convalescenza. Un altro criterio importante nella nostra selezione è che tutte le cliniche siano frequentate da pazienti locali che, vivendo nella stessa città, scelgono quella clinica per la riconosciuta qualità dei trattamenti.

I PAESI SELEZIONATI DAL PORTALE DEL TURISMO MEDICO PER QUESTO TIPO DI INTERVENTO SONO:

REPUBBLICA CECA 

UNGHERIA

Le cliniche selezionate accettano anche pagamenti in contanti.

 

 

Discipline Mediche



Seguici su...