Vai all'indice degli argomenti »

Chirurgia estetica all'estero: sicurezza e professionalità

Un buon punto di partenza per sottoporsi -  in tutta sicurezza - ad un intervento di chirurgia all'estero è la scelta di cliniche caratterizzate da competenze professionali ed attrezzature specialistiche che ottimizzino la qualità del vostro intervento.

La scelta deve basarsi anche e soprattutto su un'analisi approfondita del Curriculum Vitae dei chirurghi plastici prestando attenzione che siano iscritti all'albo nazionale di chirurgia plastica. Per ottenere l'iscrizione all'Albo dei Chirughi Plastici di qualunque paese, vengono preventivamente valutate la preparazione, la formazione e l'esperienza dei chirurghi.
Un medico generico, con una laurea in medicina puo' eseguire, nel paese in cui possiede la licenza, ogni tipo di medicina e, per assurdo, dopo un corso di medicina estetica anche di soli due giorni potrebbe iniziare a praticare interventi di chirurgia estetica, tuttavia questo non significa che abbia le conoscenze e l'esperienza sufficienti per garantire un buon risultato.

Leggi anche:

 

Cliniche in Ungheria

Per fare un esempio pratico, per essere iscritti all'Albo dei Chirurghi Plastici Ungheresi (MPHEST), i chirurghi devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • aver ottenuto la specializzazione presso una facoltà accreditata
  • aver completato per 4/5 l'università di chirurgia generale
  • aver passato rigorosi esami scritti ed orali in Chirurgia Plastica
  • aver eseguito un praticantato assistitito di 4/5 anni in Chirurgia Plastica

Tutti i medici ungheresi devono essere registrati e ricevere il permesso di praticare dal dipartimento governativo (Orvosi Kamara) e dopo aver superato gli esami di chirurgia estetica diventano membri dell'Associazione Ungherese di Chirurgia Plastica ed Estetica. Le Cliniche in Ungheria devono essere approvate e registrate presso il dipartimento di salute del governo e tutti i medici che vi operano devono essere registrati e fornire la loro specializzazione. Puo' capitare di trovarsi di fronte ad un Medico Chirurgo iscritto si' ad un albo professionale ma non di Chirurghi Plastici od Estetici.

La Chirurgia Plastica puo' comportare rischi e complicanze indipendentemente dal paese in cui ci si trovi ma si possono evitare tali rischi scegliendo ottime cliniche e chirurghi specializzati.

Cliniche in Croazia

Le medesime regole valgono per la Chirurgia Plastica in Croazia, dove il Ministero della Sanità è responsabile per la gestione della sanità in Croazia.  Nel 1874 è nata in Croazia l'Associazione dei Medici, nel 1995 l'Associazione ha stabilito l'iscrizione obbligatoria per tutti i medici operativi. Al suo fianco vi è anche la Società Croata per la Chirurgia Plastica e Ricostruttiva (HDPREK) che pubblica online i nomi di tutti i membri che ne fanno parte. In Croazia per divenire Chrirugo Plastico ed ottenere l'iscrizione all'Albo è necessaria una laurea in Medicina base che dura 6 anni ed una specializzazione di 60 mesi che risponda agli standard vigenti nell'Unione Europea. La pena per un chirurgo che pratichi nel campo della Chirurgia Plastica senza l'iscrizione al relativo Albo, è molto severa e prevede provvedimenti pecuniari,la rimozione dall'Albo dei Medici e la denuncia al Ministero della Sanità. 

Cliniche nella Repubblica Ceca

Lo stesso discorso vale anche per la Repubblica Ceca dove i bassi salari della Sanità pubblica ha portato all'apertura di diverse Cliniche private favorendo la rapida crescita di servizi di alta qualità, dotate dei più alti standard offrendo assistenza medica di altissima qualità ad una frazione del prezzo pagato in Europa Occidentale.

La maggior parte delle persone tende a scegliere la Clinica in base a informazioni reperite su articoli di giornali o servizi televisivi, lo scopo de Il Portale del Turismo Medico è stato fin dall'inizio quello di scegliere le cliniche, sul posto, dopo un' attenta selezionee dopo aver verificato le informazioni ricevute con gli enti competenti.

Visitando le cliniche abbiamo avuto modo di verificare personalmente il rispetto, da parte delle cliniche, di restrittive norme igieniche e di sterilizzazione di tutti gli ambienti utilizzando le più moderne apparecchiature tecnologiche.

Con il diffondersi del Turismo Medico nel Mondo sono nate e stanno nascendo tuttora associazioni che, dietro pagamento di una quota, rilasciano certificazioni di qualità.
La nostra priorità è quella di accertarsi dapprima:

  • l'iscrizione all'Albo nazionale che garantisce GRATUITAMENTE un controllo rigoroso dei requisiti
  • il rispetto delle norme locali di sicurezza ed igiene che talvolta, in paesi dell'ex europa comunista, sono più severe rispetto a paesi dell'europa occidentale.

Utilità




Seguici su...