Vai all'indice degli argomenti »

Oftalmologia a Barcellona

Date: Mon, 14 Jul 2014 16:49:15 +0200
From: xxxxxxxxx
To: preventivi@ilportaledelturismomedico.com
Subject: testimonianza

Ciao a tutti,
 
Mi chiamo Maria C., ho 31 anni e vorrei condividere con tutti voi la mia fantastica esperienza con "Il Portale Del Turismo Medico". La storia è un tantino lunga, ma cerco di farla breve...

Mia mamma ha (avuto) dei seri problemi oculistici, dopo vari interventi di trapianto (del cristallino e della cornea) non stava ancora bene a causa di un'infezione, secondo i vari medici si trattava di un'uveite cronica. Ogni volta che si manifestavano i sintomi era costretta a fare delle punture intraoculari. Premetto che mia madre aveva già perso l'altro occhio in età adolescenziale a causa di una cataratta. 

Quando ho cominciato a cercare una soluzione questa situazione persisteva ormai da quasi 5 anni, a gennaio 2014 erano 3 mesi che era ricoverata per fare queste benedette siringhe intraoculari 3 volte al giorno, senza poi avere alcun risultato, se non quello di peggiorare la sua situazione.

A quel punto, e mi pento di non averlo fatto prima, mi sono messa su internet per cercare qualche struttura all'estero, perchè non potevo più accettare che mia madre venisse torturata in quel modo. Accedendo ai vari siti internet, ho scoperto "Il Portale Del Turismo Medico". "Evvai", mi dissi, "Magari qui trovo qualche soluzione!!". Mi misi a cercare nel sito tutto quello che era legato a oculistica e chirurgia oftamologica in strutture estere, trovando quindi diversi contatti di strutture estere. A quel punto ho subito compilato il form per la richiesta del preventivo

Devo ammettere che la risposta è stata incredibilmente veloce, molto più di quanto mi aspettassi. Dopo circa un'ora dall'invio della richiesta sono stata contattata dalla Sig.ra Simonetta, la quale mi ha chiesto più informazioni per capire come e dove inoltrare la mia richiesta. Dopo aver fatto un piccolo riassunto telefonico, entro la sera stessa, sono stata contattata sia telefonicamente che via e-mail da varie cliniche europee. Non sapendo nulla su come funzionano certe cose, né su come muovermi mi sono completamente affidata alla Sig.ra Simonetta, che mi ha consigliato il meglio e si è occupata personalmente di comunicare con la clinica scelta da me e la mia famiglia.

Abbiamo deciso per una clinica oftamologica a Barcellona, la più rinomata al mondo nel campo, la migliore, ma essendo la migliore ha anche i prezzi un tantino più alti rispetto alle altre. Né i miei genitori né io navighiamo nell'oro, ma ho cercato ugualmente di convincerli ad affidarsi a questa clinica. Intanto era già maggio e la situazione di mia madre peggiorava sempre di più, così ho dato l'ok alla Sig.ra Simonetta per prendere un appuntamento per una visita in questa clinica, dopo aver spiegato loro tutto lo storico e le diagnosi fatte a mia madre. I miei genitori, appena arrivati in clinica a Barcellona, hanno constatato che erano già tutti informati del loro arrivo, sono stati perciò immediatamente portati dalla dottoressa che aveva preso in carico il caso di mia madre. 

I miei genitori hanno trascorso la giornata nella struttura per una serie di visite e prelievi. Al termine degli accertamenti la dottoressa ha comunicato a mia madre che non si trattava di un'uveite, bensì di un fungo che veniva alimentato da un tipo di gocce che lei assumeva e che lo facevano diventare ogni giorno più aggressivo, tanto che la cornea trapiantata a marzo dell'anno precedente era già distrutta. La dottoressa ha sospeso immediatamente l'uso delle gocce, fornendole un medicinale realizzato ad hoc in base al DNA di mamma. Solo in questo modo era possibile eliminare sufficientemente l'infezione, in maniera che poi mamma fosse pronta a un nuovo trapianto urgente di cornea. Dopo soli due giorni dalla prima visita è stato effettuato il trapianto. 

I miei genitori, però, si trovano ancora a Barcellona perché il caso di mia madre è diventato oggetto di studio. L'infezione, infatti, ancora non è stata del tutto debellata, seppure sia ora perfettamente sotto controllo. Inoltre le terapie che le vengono somministrate sono indolori e create appositamente per lei. Purtroppo la degenza è lunga (circa 3 mesi), in maniera che il fungo possa essere eliminato definitivamente dal suo organismo. Solo a quel punto si potrà verificare nuovamente lo stato della cornea e accertare che non sia stata infettata o danneggiata. In questi casi sarebbe necessario un nuovo trapianto. 

Beh adesso vi chiederete: "Ma se prima non navigavano nell'oro, come possono permettersi tutto questo???". 
È vero, i miei vivono con una pensione irrisoria, io non lavoro (per fortuna,mio marito si ), perciò hanno deciso di richiedere un prestito per fare le visite e coprire le spese dei primi giorni, nessuno poteva aspettarsi che la degenza e la permanenza sarebbero state così lunghe. Fortunatamente la clinica oftamologica di Barcellona ha anche una fondazione che interviene soltanto in casi di massima urgenza, il caso di mia madre lo era, e dopo tutte le verifiche del caso la fondazione ha dato l'ok affinché le cure potessero essere portate a termine pagando una cifra simbolica. 

In clinica è sempre stata trattata da regina, il personale è fantastico, disponibilissimo proprio come UNA GRANDE FAMIGLIA!

Oggi non ho parole sufficenti per ringraziare tutte le persone che si prendono cura di mia mamma, ma soprattutto ringraziare la persona che ha reso possibile tutto questo. 

In tutto questo posso dire di aver guadagnato 2 volte: un'amica e la felicità di mia mamma. GRAZIE di cuore Simo, GRAZIE da parte di tutti quanti noi.

Spero tanto di avervi convinto che vale la pena tentare l'impossibile come ho fatto io. Non esitate un istante a contattare Il Portale del Turismo Medico per qualsiasi tipo di richiesta o problema, non vi pentirete. Provare per credere!
 
Grazie per la vostra attenzione e un GRAZIEEEEEE infinito a te, Simonetta!!!!


Cordialmente,
Maria C.